Bookmark and Share

Porte interne, la detrazione fiscale 50% per le ristrutturazioni

porte interneInstallare o sostituire porte all'interno di edifici residenziali esistenti può dare diritto ad agevolazioni fiscali, e in particolare può rientrare tra gli interventi soggetti alla detrazione fiscale Irpef del 50% per le ristrutturazioni edilizie che - salvo proroghe - scadrà il 30 giugno 2013.

C'è da fare una distinzione di base quando si parla di porte: le porte esterne delimitano la casa rispetto all'esterno, le porte interne invece separano le stanze e le zone della casa.

Le porte interne si rivelano elementi fondamentali di un'abitazione, poiché si notano subito quando si entra e si esce da una stanza. Possono abbellire e arredare la casa, aumentandone il valore e la qualità.

Se guardiamo in particolare alle porte interne, l'argomento detrazioni è un pò delicato. Sono ammesse infatti a detrazione 50% le riparazioni di porte interne nel caso riguardino parti condominiali, purché si conservino materiali, colori e dimensioni delle porte.

È ammesso a detrazione fiscale 50% anche il caso dell'installazione delle porte interne nelle singole unità abitative in seguito a un allargamento di porte o all'apertura di un nuovo vano porta per unire due unità immobiliari o due stanze. L'altra possibilità è la sostituzione di una porta tradizionale già esistente con una porta blindata.

Manca però l'intervento di ristrutturazione più comune, e cioè la sostituzione delle porte interne in un'abitazione. In questo caso infatti l'intervento secondo l'Agenzia delle Entrate non è agevolabile.

.
Bookmark and Share
Argomenti
Detrazione 50%
Porte interne

Vuoi segnalare errori o imprecisioni in questo articolo? Scrivi a segnalazioni@preventivi.it

Ti è piaciuto questo articolo? Scrivi un commento!

Confronta 5 Preventivi Gratuiti
Caricamento in corso

Caricamento in corso...